Il sito non costituisce testata giornalistica, non ha comunque carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001.

sabato 14 agosto 2010

Campana del mattino 3 – coscienza di se

Buongiorno, sono un selvaggio al tempo della pace armata.
Nasco oggi in un giorno normale. Non ho un passato o una memoria.
Vivo da oggi la vita di un altro. Sono e non sono io, sono e non sono l’altro.
Ho gli strumenti, ho la tecnica. Ma non posso capire.
Sono la fatica del lavoro.
Sono un pensionato.
Sono senza casa.
Sono il burocrate, l'imprenditore, il lavoratore, il soldato.
Sono stato e sono ancora, ma sono qualcosa che non conosco, che non comprendo, che non so trovare.
Sono un selvaggio al tempo della pace armata.
Nasco oggi in tutti i luoghi del mondo e non ne riconosco nessuno. Perché questo non è il mio mondo ed i mille me stesso che oggi nascono non sono ciò che io so di me.
Io non faccio la guerra e non mi nutro di odio, non sono responsabile dello sfruttamento e della sofferenza.
Non voglio uccidere , non voglio essere ucciso. Il mondo mi ha insegnato una vita e me ne ha data un’altra. Mi sporca le mani di sangue, di sudore e di lacrime altrui, senza che io faccia nulla di male, se non vivere nel mondo in cui mi trovo. E non so chi sono.
Sono un selvaggio al tempo della pace armata, nato oggi e già lontano da me. E sogno me stesso.
Buongiorno a tutti voi.

Nessun commento:

Posta un commento